Avis Ferentino

COMUNICATO STAMPA

settembre 19, 2014 in Senza categoria

L’Avis Ferentino si rifà il look

L’Avis Ferentino si rifà il look e lo fa a proprie spese, grazie ai suoi donatori e agli sforzi di questi anni dei suoi volontari!

Quaranta anni di associazionismo, volontariato e di solidarietà. Questi sono gli anni da cui la sezione AVIS (Associazione Volontari Italiana Sangue) di Ferentino opera sul territorio, incrementando le raccolte e diffondendo la cultura del volontariato e del donare il sangue, in tutto il territorio.

Oggi, nel 2014, molti giovani danno il loro contributo, circa 600 sacche di sangue, (quest’anno anche di più stando agli ottimi risultati del secondo semestre) contribuiscono all’autosufficienza della provincia di Frosinone e sono il fiore all’occhiello della nostra città, tra le poche ad avere un così elevato numero di donatori e di donazioni.

Dopo quarant’anni di sacrifici e di impegno, dunque, l’Avis Ferentino si rifà il look, ma lo fa a proprie spese e con l’orgoglio di chi ha sempre posto l’impegno per la propria città e per l’associazionismo avisino al primo posto.

Sono in fase di ultimazione i nuovi locali, in ambienti moderni e consoni alle normative regionali in materia sanitaria e nello specifico per la raccolta sangue. La nuova sede e centro di raccolta sangue dell’Avis Ferentino sorgerà in una nuova zona del paese, dove sarà dato il via al futuro dell’associazionismo ferentinate in materia di raccolta sangue.

L’esigenza di dare una nuova sede alla nostra associazione, e farlo in maniera indipendente, nasce dall’obbligo regionale di adeguare i nuovi centri di raccolta sangue alle nuove normative imposte dalla Regione Lazio (sia in materia sanitaria che strutturale e infrastrutturale). Non solo, l’esigenza è quella anche di soddisfare sempre più le richieste dei nostri donatori, il vero cuore pulsante della nostra associazione. Volontari silenziosi, rigorosi e soprattutto ricchi di altruismo nei confronti del prossimo, che non ci stanchiamo di ringraziare per il dono prezioso che fanno ai malati e a quanti necessitano costantemente di sangue. Lo posso affermare con orgoglio: “Abbiamo avuto il coraggio, tutto il direttivo avisino, di abbandonare la struttura pubblica ormai fatiscente, ubicata in alcuni locali dell’ex ospedale di Ferentino. Le precarie condizioni igienico-sanitarie, oltre che le carenze strutturali ci rendeva, ormai da mesi, impossibile operare rispettando le minime esigenze dei nostri donatori e del personale medico e paramedico che con grande professionalità in questi anni ha sopperito alla difficoltà con abnegazione e spirito di collaborazione. Le nostre richieste di intervento e di aiuto alle istituzioni sono state inascoltate e disattese: per sordità o per ignoranza, questo non sta a noi dirlo in questo momento. Per motivi a noi sconosciuti, in questi anni purtroppo non c’è stato l’impegno promesso da parte delle istituzioni locali, sia vicinanza economica e politica. Tutto ciò ci ha costretti a prendere questa drastica decisione, che però deve portare tutti ad un’attenta riflessione. E’ vero siamo stati costretti, ma ne siamo orgogliosi,  e con grande forza e determinazione iniziamo questa nuova avventura.
Oggi cosa chiediamo e vogliamo non sono più promesse, ma impegno attivo è solidarietà da parte di quanti ne hanno la possibilità.

Istituzioni e cittadini di Ferentino devono capire il ruolo che la nostra associazione svolge per il territorio. Donare il sangue è un gesto di grande altruismo, che può aiutare la collettività, che fa bene alla propria salute, che non costa nulla e che consente ad un’associazione come la nostra di essere il fiore all’occhiello dell’intera provincia di Frosinone.
La nostra realtà avisina può crescere, tanti i giovani che si sono avvicinati all’AVIS in questi ultimi anni, e siamo certi con locali moderni e più consoni alle esigenze minime sanitarie e strutturali si potranno ottenere risultati ancor più importanti.

Le istituzioni, non possono restare inermi di fronte a quello che si sta verificando in questi mesi, perché ciò che  sta accadendo non è la normalità, ma rappresenta purtroppo una grave mancanza per l’intera città di Ferentino. In tutti i paesi della provincia di Frosinone, dove siamo presenti come associazione avisina, le varie amministrazioni comunali si sono date da fare per costruire insieme un futuro all’AVIS locale e alla loro cittadinanza, per poter dare un prezioso servizio a quanti ne hanno veramente bisogno. Il nostro impegno è per loro, ma da soli non possiamo ottenere quei risultati che ci permetterebbero di crescere ulteriormente e di farlo consapevoli di rappresentare veramente la realtà cittadina ferentinese. Basti ricordare che lo scorso 12 aprile 2014 abbiamo organizzato come Avis Ferentino la 49esima Assemblea Ordinaria dell’Avis Lazio, radunando nel centro “Terme di Pompeo” oltre 300 delegati provenienti da tutta la regione.
Aspettiamo fiduciosi segnali confortanti da parte delle istituzioni.
Vogliamo costruire insieme il nostro futuro e far sì che l’Avis Ferentino sia di tutti e che possa con orgoglio continuare a splendere nel mondo dell’associazionismo e del volontariato.
L’Avis Ferentino si rifà il look, ma vuole farlo con l’intera città e con i suoi cittadini.

 

Ferentino, 18 settembre 2014

 

Roberto ANDRELLI 

Presidente Avis Ferentino

Donazione Sabato 13 Settembre 2014

luglio 31, 2014 in Senza categoria

1° Piano ex Ospedale Ferentino

dalle 8:00 alle 11:00

Avis Roma: Il Giornale

luglio 30, 2014 in Senza categoria

Di seguito l’articolo del nostro socio Alessandro Andrelli pubblicato sul giornale Avis Roma inerente la 49° Assemblea Regionale AVIS Lazio.

L’evento, voluto fortemente dal nostro presidente Roberto Andrelli, si è svolto presso il centro congressi delle Terme di Pompeo nei giorni 11 e 12 Aprile 2014.

Interpellato il Presidente Andrelli su questa Assemblea ha voluto rilasciare la seguente dichiarazione: Sono veramente orgoglioso che l’Avis Regionale Lazio abbia scelto Ferentino come sede per la 49°Assemblea, per me e per tutti i membri del direttivo dell’Avis Ferentino credo sia stata una sfida ardua da affrontare ma allo stesso tempo stimolante. Non nascondo la paura di organizzare l’evento ma sapevo di poter contare su un gruppo coeso e volenteroso che infatti ha dimostrato tutto il suo valore; la macchina organizzatrice che si è andata a formare è andata fino in fondo all’obbiettivo, non posso che essere fiero”. 

 

 

In allegato potete trovare anche l’edizione completa:

Avis Roma

Assemblea Nazionale AVIS

maggio 16, 2014 in Senza categoria

Venerdi 16 Maggio, presso l’Hotel President a Chianciano Terme, si è svolta l’annuale assemblea dell’Avis Nazionale; come sempre l’AVIS FERENTINO risponde presente. Infatti all’assemblea era presente il nostro presidente Roberto Andrelli come consigliere delegato regionale Avis Lazio insieme alla presidente dell’AVIS Comunale Arce Tiziana Calcagni anche lei consigliere regionale.
avis

Flash Mob AVIS Ferentino

marzo 23, 2014 in Senza categoria

Di seguito il link del flash mob che si terrà il giorno sabato 12 Aprile alle ore 11 presso Terme Pompeo Ferentino.

https://www.youtube.com/watch?v=544oP0zdcaI&list=UUq6GT8ORMqyeMWUnNH5mv1A&feature=share

 

 

Il Presidente Roberto Andrelli su Avis ROMA

novembre 12, 2013 in Senza categoria

Riportiamo fedelmente la pagina della rivista Avis Roma dove è stato pubblicato l’articolo del nostro Presidente Roberto Andrelli

Schermata 2013-11-13 alle 11.43.59

 

ROMA, CONFRONTO SU “LATTE E SANGUE” A OSPEDALE SAN PIETRO

ottobre 20, 2013 in Senza categoria

(AIS) Roma, 26 ott 2013 – “Latte e Sangue, i liquidi della vita” è il titolo del convegno che si è svolto sabato scorso 26 ottobre a Roma nell’Aula Magna dell’ospedale San Pietro e organizzato dall’Avis Regione Lazio, dall’Avis Intercomunale San Pietro e dall’ospedale San Pietro Fatebenefratelli con il patrocinio del Consiglio Regionale del Lazio, il contributo e la collaborazione dell’Anmirs (Associazione nazionale medici istituti religiosi spedalieri) e dall’Unicef (comitato provinciale di Roma).
Il convegno è stato organizzato per ribadire l’importanza della compenetrazione della solidarietà con la funzionalità delle strutture socio-sanitarie, nell’ottica di un’attenzione alla persona, ai suoi problemi, alla possibilità di una sua evoluzione costruttiva del contesto sociale. In quest’ottica, latte e sangue possono essere donati ed entrambi mirano al benessere e alla costruzione della persona sana. Solo attraverso una buona organizzazione però è possibile rendere sangue e latte sempre disponibili e sicuri.
Questi gli interventi che si sono succeduti: “Latte e Sangue: tra simbolismo e mito” di Annalisa Amadi (psicologa, presidente Asfora – Venezia); “Il latte materno: un dono per la salute” di Franco De Luca (Responsabile UOC Salute Donna e Mpee Asl Roma F); “Il sangue come cura” di Ada Maria D’Addosio (Day Hospital Ematologico Ospedale San Pietro – Roma); “L’impiego del latte di banca donato in pediatria” di Antonella Diamanti (Responsabile UOS nutrizione speciale ospedale Bambin Gesù – Roma); “La donazione di sangue, ieri ed oggi” di Carlo Malantrucco (Responsabile Aferesi Produttiva SIMT ospedale San Pietro – Roma); “Sangue e latte materno: il patrimonio biologico del neonato” di Gina Benigni (Dirigente I livello reparto Maternità ospedale San Pietro – Roma); “L’attività trasfusionale nell’ospedale San Pietro” di Luca Termine (Medico trasfusionale SIMT ospedale San Pietro – Roma). A seguire gli interventi delle associazioni di settore: Angela Giusti (Consulente Leche League), Fulvio Vicerè (Presidente Avis Regionale Lazio). Un convegno di sicuro interesse e che potrà dar luogo a futuri dibattiti tra le varie associazioni, enti e professionisti del settore.

Avis Ferentino Ca5…..Soon the new season

ottobre 19, 2013 in Senza categoria

Anche quest’anno sta per iniziare la nuova stagione sportiva dell’Avis Ferentino Ca5 e anche quest’anno i nostri ragazzi cercheranno di divulgare la Nostra voce attraverso lo sport.  Con l’occasione voglio ringraziare la gioielleria Dell’Orco e la Roial Srl per aver sposato con Noi il progetto di far conoscere la nostra associazione anche nello sport..

In anteprima le nuovissime maglie

IMG_3419IMG_3420

 

AVIS LAZIO: Donazioni e Pensioni Interviene il Senato

ottobre 16, 2013 in Senza categoria

Il Senato ripristina il valore a fini pensionistici della donazione di sangue
È stato approvato ieri pomeriggio dal Senato l’emendamento che estende la definizione di “prestazione effettiva di lavoro” anche alle assenze per la donazione di sangue ed emocomponenti. Tali permessi, infatti, con la riforma Fornero del 2011 erano stati esclusi dal computo complessivo delle giornate lavorative dei dipendenti intenzionati a usufruire della pensione anticipata. «Siamo soddisfatti per questo importante obiettivo conseguito e siamo fiduciosi che anche la Camera dei Deputati saprà esprimersi in modo analogo – commentano i Presidenti Nazionali di AVIS, Vincenzo Saturni, FIDAS, Aldo Ozino Caligaris, FRATRES, Luigi Cardini e il Delegato Sangue della Croce Rossa Italiana, Maria Teresa Letta.Questo risultato è il frutto delle costanti e ormai consolidate relazioni con le Istituzioni nazionali e giunge al termine di un’attenta e scrupolosa opera di vigilanza sul dibattito politico e sul percorso parlamentare che si sono sviluppati nelle ultime settimane su tale argomento.
Dopo l’approvazione alla Camera, l’emendamento ristabilirà quanto già indicato dalla legge n. 219/05, che all’articolo 8 comma 1 prevede il riconoscimento della retribuzione e dei contributi per la giornata in cui si effettua la donazione. La stessa legge individua i donatori di sangue come operatori sanitari che concorrono al raggiungimento di un obiettivo fondamentale per il nostro Paese: l’autosufficienza di sangue, emocomponenti e medicinali plasmaderivati.
Siamo quindi felici che lo Stato italiano abbia voluto ribadire, attraverso la votazione di ieri, il grande ruolo di tutti quei donatori che, in modo gratuito, continuo, periodico, volontario e anonimo, compiono un gesto di grande valore civico, etico e morale».

(fonte: AVIS Nazionale)