Avis Ferentino

BUON NATALE

dicembre 9, 2014 in Senza categoria

L’AVIS FERENTINO . . .è sempre più felice , di esser diventata una vera e propria ”CASA DEL DONATORE” . . .
***E come in ogni casa . . . anche noi abbiamo preparato il NOSTRO ALBERO DI NATALE. . .***
VI RINGRAZIAMO PER LA VS DISPONIBILITA’ E SIMPATIA E AUGURANDOVI BUONE FESTE . . .

……RICORDATE SEMPRE: . . . COSTA POCO, MA VALE DI PIU’. . .

natale con l’avis

NATALE 2014

novembre 24, 2014 in Senza categoria

Locandina Natale

News sul Sito

novembre 24, 2014 in Senza categoria

E’ disponibile nella sezione “Donare Sangue” un vademecum del donatore.

E’ disponibile nella sezione “Donatori” i moduli editabili per la donazione

 

 

Foto Inaugurazione Casa del donatore

novembre 5, 2014 in Senza categoria

Nella sezione Gallery potete visionare le foto dell’inaugurazione della Casa del Donatore

Inaugurazione “Casa del donatore” AVIS Ferentino (sabato 25 ottobre 2014)

ottobre 27, 2014 in Senza categoria

FERENTINO – A 40 anni dalla sua fondazione, l’Avis Ferentino, nel pomeriggio di sabato scorso 25 ottobre 2014, ha inaugurato i suoi nuovi locali presso il centro residenziale, “Villaggio Blu”, a Ferentino, in via Fresine Vasciotte. Era il primo giugno 1974 quando 34 soci fondatori, tra i quali il primo storico presidente, il dottor Enzo Cocciolillo, al quale è stata intitolata la sezione di Ferentino dell’Avis (Associazione Volontari Italiani Sangue) costituì l’associazione ferentinate che ora dopo quarant’anni si è rifatta il look ma lo ha rifatto a proprie spese. Tra l’altro quella di Ferentino è la più antica sezione della provincia di Frosinone, che al momento vanta oltre 500 soci e oltre 700 donazioni annuali. Il presidente Roberto Andrelli e il suo giovane direttivo, dopo mesi di lavori di ristrutturazione, ha tagliato il nastro della nuova sede e del nuovo centro raccolta sangue, ribattezzato “Casa del donatore”, in conformità con le nuove regolamentazioni regionali in materia.

Presenti all’evento i vertici dell’Avis regionale. Dal presidente Fulvio Vicerè, a membri del direttivo regionale, dall’ingegnere che si è occupato dei lavori, Tiziana Calcagni, al presidente provinciale dell’Avis, Romano Reatini. Tanti i presidenti avisivi della provincia di Frosinone che si sono stretti attorno alla sezione di Ferentino, l’unica finora a non essere ristrutturata o creata ex novo in locali comunali, ma privatamente nell’area residenziale “Villaggio Blu” creata dall’imprenditore ferentinate Antonio Ciuffarella: “E’ stata enorme la collaborazione del privato in questo storico evento – ha detto il presidente Roberto Andrelli durante la cerimonia di inaugurazione -. Siamo stati costretti a rivolgersi a un privato, che subito si è reso disponibile e che per questo non finiremo mai di ringraziare, per poter avere locali adeguati alle nostre necessità, per proseguire l’opera della nostra associazione. Non ce la siamo sentita di chiudere l’Avis Ferentino dopo 40 anni di impegno nel sociale e nel mondo della donazione del sangue solo perché le nostre richieste al Comune o alla Asl di Frosinone di nuovi locali non venivano ascoltate. Il comune di Ferentino, l’Asl di Frosinone, purtroppo, non ci hanno aiutato, ma aspettiamo fiduciosi un loro sostegno futuro. Abbiamo avuto la forza e la voglia, grazie soprattutto ai tanti giovani che sono con me nel direttivo e ai nostri donatori, di rischiare e ci auguriamo che questa scommessa, che oggi vede il suo compimento con questa inaugurazione, possa essere vinta da tutti noi nel corso degli anni”.

Oltre ai tantissimi donatori avisini di Ferentino, presenti anche le massime autorità cittadine e politiche, oltre che sanitarie. Per l’Asl di Frosinone c’era la dott.ssa Maria Gabriella Battisti, responsabile qualità Asl Frosinone, molto vicina al direttivo avisino di Ferentino in questi mesi di creazione della nuova struttura sanitaria. Il primo a prendere la parola è stato, invece, uno dei fondatori dell’Avis Ferentino, Paolo Salvatori, che ha ricordato il valore del donatore e quanto la comunità e le autorità politiche e civili non possano dimenticarne il ruolo, ma anzi abbiano il dovere di sostenerla con ogni mezzo e modalità. Dopo gli interventi del presidente provinciale Avis Frosinone, Romano Reatini e quello del presidente regionale dell’Avis Lazio, Fulviò Vicerè, è intervenuto il sindaco di Ferentino, nonché presidente della Provincia, Antonio Pompeo, che ha rinnovato la sua volontà, e quella dell’amministrazione comunale e provinciale di essere vicina all’Avis Ferentino: “Faremo di tutto per poter sostenere questa associazione, così importante e preziosa per il nostro territorio”. Dalle parole ora tutti si attendono i fatti di un concreto e proficuo contributo economico all’Avis Ferentino, unica realtà provinciale a non poter sfruttare in nessun modo strutture comunali o messe a disposizione dal servizio sanitario locale. Prima dell’intervento del presidente dell’Avis Ferentino, Roberto Andrelli, che ha ricordato i passi che hanno portato a questa nuova sede e alla “casa del donatore”, è intervenuto anche il consigliere regionale, Mauro Buschini, che ha voluto portare il saluto della Regione Lazio, garantendo per il futuro impegno e vicinanza. Il parroco della vicina parrocchia di Madonna degli Angeli, don Francesco Paglia, ha benedetto i locali ed espresso la sua soddisfazione per questa nuova struttura. Da donatore di sangue, poi, don Francesco ha rinnovato l’invito a tutti nello stringersi attorno a quest’associazione, aiutarla e sostenerla in ogni modo: “Anche io a novembre prossimo verrò a donare il sangue. L’Avis è vicina a tutti noi, specie a chi ne ha bisogno, e noi dobbiamo stare vicini all’Avis Ferentino”.

Il presidente Roberto Andrelli, infine, nel suo discorso ha ripercorso tutti i passaggi storici che hanno portato alla data del 25 ottobre 2014, con i nuovi locali privati e la volontà futura di poter tornare a collaborare con il comune di Ferentino, per poter proseguire nella propria attività con efficacia e maggiore forza. Il Taglio del nastro, da ultimo, è stato effettuato dal presidente dell’Avis Ferentino, Roberto Andrelli, il sindaco Antonio Pompeo, il presidente regionale dell’Avis Lazio, Fulvio Vicerè e l’imprenditore Antonio Ciuffarella. Erano presenti alla cerimonia anche rappresentanti delle forze dell’ordine, associazioni cittadine, diversi assessori, consiglieri comunali, rappresentanti politici del territorio e il consigliere provinciale, Gianni Bernardini.

Ora l’Avis Ferentino ha una nuova sede e un nuovo centro di raccolta sangue. La nuova “Casa del donatore”!

Grazie a quanti hanno preso parte a questa inaugurazione, agli sponsor che hanno collaborato in ogni modo dando anche il loro fondamentale contributo, ma soprattutto a quanti già nel mese di ottobre si sono ritrovati presso il “Villaggio Blu” per donare il sangue. L’invito è quello di sostenere l’Avis Ferentino e recarsi a donare, il secondo e quarto sabato di ogni mese. Per ogni informazione basta contattare il sito: www.avisferentino.it, scrivere tramite mail all’indirizzo: avisferentino@gmail.comoppure seguire l’Avis Ferentino sulle pagine facebook, twitter e instagram.

In allegato quattro (4) foto della cerimonia d’inaugurazione.

 Ferentino, lì 26 ottobre 2014

Foto Giornali_03

Foto Giornali_01

foto giornali_02

 

Foto Giornali 04

Inaugurazione Casa del Donatore

ottobre 16, 2014 in Senza categoria

 

Gentile Donatore,

Siamo lieti di invitarla alla cerimonia d’inaugurazione della nuova unità di raccolta sangue della sezione Avis Ferentino.

L’evento si terrà sabato prossimo 25 Ottobre 2014, ore 16.00, presso il centro residenziale “Villaggio Blu”, in via Fresine Vasciotte, 15 a Ferentino.

Sarà nostro immenso piacere poter avere la sua presenza per questa importante manifestazione.

Cordiali Saluti

                                                                                                                                                                                          Ferentino 19 Ottobre 2014

Il Presidente                                                                                               Roberto Andrelli 

INFO: 346.8565542 – avisferentino@gmail.com  

 
Locandina 2

Nota del Presidente Andrelli

settembre 29, 2014 in Senza categoria

Dopo tanti anni, sabato è stata l’ultima donazione della nostra associazione presso il 1° piano dell’ex Ospedale…….lasciamo un pò di cuore li dove abbiamo operato per tanti anni……un ringraziamento al Dott. Caponera e a tutti gli operatori dell’ospedale che ci hanno aiutato negli anni e hanno sempre creduto nel nostro lavoro di volontariato come AVIS…..qualche lacrina, non nascondo, c’è stata. Iniziamo una nuova avventura di cui ne siamo orgogliosi e fieri.

Non voglio fare il sentimentale, ma la nostra intenzione non era questa, volevamo rimanere al centro della città, ma gli eventi ci hanno fatto cambiare opinione e ci siamo decisi di traslocare per non morire e per non chiudere definitivamente la nostra associazione AVIS FERENTINO.

1974-2014 quaranta anni di storia di volontariato, la prima sezione della provincia di Frosinone.

…..COSTA POCO…….MA VALE DI PIU’ questo è il nostro motto che ci fa andare avanti. Facciamo volontariato per i malati e per le persone che ne hanno bisogno, siamo in tanti e siamo forti e grazie a tutti i DONATORI andremo avanti.

IL PRESIDENTE

ROBERTO ANDRELLI

COMUNICATO STAMPA

settembre 19, 2014 in Senza categoria

L’Avis Ferentino si rifà il look

L’Avis Ferentino si rifà il look e lo fa a proprie spese, grazie ai suoi donatori e agli sforzi di questi anni dei suoi volontari!

Quaranta anni di associazionismo, volontariato e di solidarietà. Questi sono gli anni da cui la sezione AVIS (Associazione Volontari Italiana Sangue) di Ferentino opera sul territorio, incrementando le raccolte e diffondendo la cultura del volontariato e del donare il sangue, in tutto il territorio.

Oggi, nel 2014, molti giovani danno il loro contributo, circa 600 sacche di sangue, (quest’anno anche di più stando agli ottimi risultati del secondo semestre) contribuiscono all’autosufficienza della provincia di Frosinone e sono il fiore all’occhiello della nostra città, tra le poche ad avere un così elevato numero di donatori e di donazioni.

Dopo quarant’anni di sacrifici e di impegno, dunque, l’Avis Ferentino si rifà il look, ma lo fa a proprie spese e con l’orgoglio di chi ha sempre posto l’impegno per la propria città e per l’associazionismo avisino al primo posto.

Sono in fase di ultimazione i nuovi locali, in ambienti moderni e consoni alle normative regionali in materia sanitaria e nello specifico per la raccolta sangue. La nuova sede e centro di raccolta sangue dell’Avis Ferentino sorgerà in una nuova zona del paese, dove sarà dato il via al futuro dell’associazionismo ferentinate in materia di raccolta sangue.

L’esigenza di dare una nuova sede alla nostra associazione, e farlo in maniera indipendente, nasce dall’obbligo regionale di adeguare i nuovi centri di raccolta sangue alle nuove normative imposte dalla Regione Lazio (sia in materia sanitaria che strutturale e infrastrutturale). Non solo, l’esigenza è quella anche di soddisfare sempre più le richieste dei nostri donatori, il vero cuore pulsante della nostra associazione. Volontari silenziosi, rigorosi e soprattutto ricchi di altruismo nei confronti del prossimo, che non ci stanchiamo di ringraziare per il dono prezioso che fanno ai malati e a quanti necessitano costantemente di sangue. Lo posso affermare con orgoglio: “Abbiamo avuto il coraggio, tutto il direttivo avisino, di abbandonare la struttura pubblica ormai fatiscente, ubicata in alcuni locali dell’ex ospedale di Ferentino. Le precarie condizioni igienico-sanitarie, oltre che le carenze strutturali ci rendeva, ormai da mesi, impossibile operare rispettando le minime esigenze dei nostri donatori e del personale medico e paramedico che con grande professionalità in questi anni ha sopperito alla difficoltà con abnegazione e spirito di collaborazione. Le nostre richieste di intervento e di aiuto alle istituzioni sono state inascoltate e disattese: per sordità o per ignoranza, questo non sta a noi dirlo in questo momento. Per motivi a noi sconosciuti, in questi anni purtroppo non c’è stato l’impegno promesso da parte delle istituzioni locali, sia vicinanza economica e politica. Tutto ciò ci ha costretti a prendere questa drastica decisione, che però deve portare tutti ad un’attenta riflessione. E’ vero siamo stati costretti, ma ne siamo orgogliosi,  e con grande forza e determinazione iniziamo questa nuova avventura.
Oggi cosa chiediamo e vogliamo non sono più promesse, ma impegno attivo è solidarietà da parte di quanti ne hanno la possibilità.

Istituzioni e cittadini di Ferentino devono capire il ruolo che la nostra associazione svolge per il territorio. Donare il sangue è un gesto di grande altruismo, che può aiutare la collettività, che fa bene alla propria salute, che non costa nulla e che consente ad un’associazione come la nostra di essere il fiore all’occhiello dell’intera provincia di Frosinone.
La nostra realtà avisina può crescere, tanti i giovani che si sono avvicinati all’AVIS in questi ultimi anni, e siamo certi con locali moderni e più consoni alle esigenze minime sanitarie e strutturali si potranno ottenere risultati ancor più importanti.

Le istituzioni, non possono restare inermi di fronte a quello che si sta verificando in questi mesi, perché ciò che  sta accadendo non è la normalità, ma rappresenta purtroppo una grave mancanza per l’intera città di Ferentino. In tutti i paesi della provincia di Frosinone, dove siamo presenti come associazione avisina, le varie amministrazioni comunali si sono date da fare per costruire insieme un futuro all’AVIS locale e alla loro cittadinanza, per poter dare un prezioso servizio a quanti ne hanno veramente bisogno. Il nostro impegno è per loro, ma da soli non possiamo ottenere quei risultati che ci permetterebbero di crescere ulteriormente e di farlo consapevoli di rappresentare veramente la realtà cittadina ferentinese. Basti ricordare che lo scorso 12 aprile 2014 abbiamo organizzato come Avis Ferentino la 49esima Assemblea Ordinaria dell’Avis Lazio, radunando nel centro “Terme di Pompeo” oltre 300 delegati provenienti da tutta la regione.
Aspettiamo fiduciosi segnali confortanti da parte delle istituzioni.
Vogliamo costruire insieme il nostro futuro e far sì che l’Avis Ferentino sia di tutti e che possa con orgoglio continuare a splendere nel mondo dell’associazionismo e del volontariato.
L’Avis Ferentino si rifà il look, ma vuole farlo con l’intera città e con i suoi cittadini.

 

Ferentino, 18 settembre 2014

 

Roberto ANDRELLI 

Presidente Avis Ferentino

Avis Roma: Il Giornale

luglio 30, 2014 in Senza categoria

Di seguito l’articolo del nostro socio Alessandro Andrelli pubblicato sul giornale Avis Roma inerente la 49° Assemblea Regionale AVIS Lazio.

L’evento, voluto fortemente dal nostro presidente Roberto Andrelli, si è svolto presso il centro congressi delle Terme di Pompeo nei giorni 11 e 12 Aprile 2014.

Interpellato il Presidente Andrelli su questa Assemblea ha voluto rilasciare la seguente dichiarazione: Sono veramente orgoglioso che l’Avis Regionale Lazio abbia scelto Ferentino come sede per la 49°Assemblea, per me e per tutti i membri del direttivo dell’Avis Ferentino credo sia stata una sfida ardua da affrontare ma allo stesso tempo stimolante. Non nascondo la paura di organizzare l’evento ma sapevo di poter contare su un gruppo coeso e volenteroso che infatti ha dimostrato tutto il suo valore; la macchina organizzatrice che si è andata a formare è andata fino in fondo all’obbiettivo, non posso che essere fiero”. 

 

 

In allegato potete trovare anche l’edizione completa:

Avis Roma

Assemblea Nazionale AVIS

maggio 16, 2014 in Senza categoria

Venerdi 16 Maggio, presso l’Hotel President a Chianciano Terme, si è svolta l’annuale assemblea dell’Avis Nazionale; come sempre l’AVIS FERENTINO risponde presente. Infatti all’assemblea era presente il nostro presidente Roberto Andrelli come consigliere delegato regionale Avis Lazio insieme alla presidente dell’AVIS Comunale Arce Tiziana Calcagni anche lei consigliere regionale.
avis